Un 'Piano B' per i debiti so­vrani esiste. Ed è urgente che se ne parli, poiché il fragile accordo sull’unione bancaria rag­giunto tra i governi a metà dicem­bre sta naufragando per la netta op­posizione del Parlamento europeo. Ma di questo piano si discute sola­mente in riunioni semi-carbonare. Come mai?

Presumibilmente perché non pia­ce alla cosiddetta eurocrazia (cioè alla Commissione europea e alla Banca centrale europea) perché le toglierebbe il negoziato dalle mani per spostarlo altrove. Questo piano B è descritto in un documento di 46 pagine elaborato dal Centre for In­ternational Governance Innova­tion, un 'pensatoio' non profit ca­nadese. Contiene...

* * *
Program
The opinions expressed in this article/multimedia are those of the author(s) and do not necessarily reflect the views of CIGI or its Board of Directors.